Ideare e Riqualificare con l’Acqua

Regolamento di Partecipazione

Il Centro di Ricerca MaRHE Center dell’Università di Milano-Bicocca e la società Arexpo S.p.A., proprietaria dell’area che ha ospitato l’Esposizione Universale Expo Milano 2015, oggi denominata MIND (Milano Innovation District), hanno avviato una collaborazione volta a coinvolgere gli studenti dell’Università di Milano-Bicocca al fine di ricevere delle idee e proposte innovative per lo sviluppo del progetto MIND. L’Università di Milano Bicocca ha infatti maturato sin dalla sua nascita, una forte propensione alla gestione degli ambienti acquatici urbani, naturali e seminaturali. AREXPO nato dall’eredità di EXPO2015 ha nel suo patrimonio infrastrutturale “Le Vie d’Acqua”, pensate non solo come elemento decorativo, ma anche funzionale al territorio. È su quest’ultimo aspetto che si sviluppa il principale obiettivo di questa iniziativa che si inserisce nel più generale processo di riqualificazione dell’area.

Concorso a premi

Al fine di ri-connotare le aree umide dislocate in diverse parti dell’area di AREXPO, il Centro di Ricerca MaRHE Center promuove un concorso a premi, denominato “Ideare e Riqualificare con l’Acqua” a cui possono partecipare tutti gli studenti dell’Ateneo di Milano-Bicocca, iscritti a qualunque corso di studi (Triennale, Magistrale, Dottorato) e con il compito di ridefinire ed elaborare una nuova ed originale identità delle aree umide nell’ottica della nuova fruizione prevista dal piano di sviluppo dell’area e delle sue principali caratteristiche di spazio pubblico e privato.

Obiettivo principale del concorso è stimolare l’elaborazione di nuove proposte progettuali da parte di giovani studenti e ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca, finalizzate a ipotizzare un utilizzo innovativo di quest’area, tenendo però come punto centrale della loro progettazione la presenza dell’acqua. Il sito infatti, nato dalla eredità di EXPO2015, ha nel suo patrimonio infrastrutturale un canale che circonda tutto il suo perimetro con differenti vasche e bacini che, tra le altre funzioni, permettono il recupero delle acque meteoriche e processi di fitodepurazione.

Le proposte presentate dovranno analizzare le funzionalità e le potenzialità del canale perimetrale anche in connessione con il territorio circostante, e in riferimento al progetto – solo in parte realizzato – delle “Vie d’Acqua Sud”, al fine di ricucire dal punto di vista naturalistico e idraulico l’area MIND con le aree agricole a Sud passando per i parchi dell’Ovest Milanese: il Boscoincittà e il Parco delle Cave.

In particolare, si chiede ai candidati di elaborare delle proposte in cui emergano i seguenti aspetti e linee guida:

  • un utilizzo innovativo dell’area mettendo al centro della progettazione l’elemento acqua e le strutture esistenti per la sua gestione (canali e vasche), integrandole con le attuali linee di sviluppo previste e prevedendo delle nuove e originali soluzioni per la loro fruizione;
  • ipotizzare e mettere in evidenza eventuali interconnessioni e interdipendenze tra soggetti interni ed esterni, privilegiando quindi un’ottica di inclusione e partecipazione;
  • approfondire e implementare, anche in base alle nuove caratteristiche funzionali ipotizzate per il canale interno, la progettualità delle “Vie d’Acqua Sud” con l’intento di sviluppare un progetto ben integrato con il contesto, l’ambiente e le esigenze dei diversi stakeholder;
  • sviluppare una nuova identità (brand-identity) del progetto “Vie d’Acqua Sud”, in cui vengano evidenziate le nuove caratteristiche funzionali ipotizzate per il canale perimetrale dell’area di MIND, in modo da proporre una strategia comunicativa volta alla loro conoscenza, valorizzazione e fruizione pubblica.

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti che, al momento della sottomissione della propria proposta progettuale, risultino regolarmente iscritti a un qualunque corso di laurea Triennale, Specialistica o corso di Dottorato dell’Università di Milano-Bicocca o che si sono laureati nell’anno accademico 2018/2019. Le proposte possono essere presentate solo da gruppi di lavoro, non si accettano pertanto proposte individuali.

I gruppi possono essere eterogenei per quanto riguarda l’afferenza al corso di studi e non vi è alcun limite al numero dei componenti di ciascun gruppo, tuttavia il numero minimo di componenti per ciascun gruppo di lavoro è di tre studenti. Inoltre ciascun gruppo deve rispettare, ai fini delle caratteristiche interdisciplinari del concorso, i seguenti criteri minimi di composizione del gruppo, pena l’esclusione e la non accettabilità delle proposte:

  • gruppi fino a 4 studenti: devono essere rappresentati almeno due diversi Dipartimenti d’Ateneo (ovvero deve essere presente almeno uno studente afferente a un diverso Dipartimento);
  • gruppi da 5 a 8 studenti: devono essere rappresentati almeno tre diversi Dipartimenti d’Ateneo (ovvero, anche nel caso di un gruppo con molti studenti dello stesso Dipartimento, devono essere presenti almeno due studenti afferenti ad altri due diversi Dipartimenti);
  • gruppi oltre gli 8 componenti: devono essere rappresentati almeno quattro diversi Dipartimenti d’Ateneo (ovvero, anche nel caso di un gruppo con molti studenti dello stesso Dipartimento, devono esserci almeno tre studenti afferenti a ad altri tre diversi Dipartimenti);

Non vi è alcun limite al numero dei componenti di ciascun gruppo, né tantomeno al numero di studenti iscritti a differenti Dipartimenti e corsi di studio, ma ciascun studente deve sottoscrivere la propria partecipazione e può essere indicato esclusivamente come membro di un solo ed unico gruppo di lavoro. Molteplici iscrizioni comporteranno la squalifica dello studente e dei gruppi in cui questi sia stato inserito.

Una volta sottomessa la proposta, non sono ammesse cancellazioni dei membri e modifiche nei gruppi di lavoro.

Il concorso è aperto fino a lunedì 25 novembre 2019 (ore 24.00).

La domanda di partecipazione, l’iscrizione dei singoli studenti e l’invio delle proposte sono spiegate nella seguente sezione del sito https://mindbicocca.info

La proposta dovrà essere redatta in un unico file pdf, contenente al massimo 15.000 battute, spazi inclusi (circa 5 pagine A4). Si possono allegare immagini (sia internamente che esternamente al pdf), video ed altri file, facendo quindi ricorso anche a link e contenitori esterni di terze parti (YouTube, Vimeo, Marvin, Dropbox, Google Drive, etc.).

Nel caso di progetti uguali o in cui siano presenti importanti elementi che si richiamano vicendevolmente, farà fede e verrà assegnata la priorità al progetto inviato prima. In ogni caso i criteri di valutazione prenderanno in esame l’idea generale complessiva prestando particolare attenzione al modo in cui la proposta affronta gli aspetti legati alla (ri)definizione della brand-identity del canale perimetrale. A tal fine pertanto potranno essere altamente penalizzate quelle proposte in cui non venga sviluppato abbastanza chiaramente questo aspetto o esplicitato in modo diretto e unico tramite la scelta di un nome e di un payoff.

Per tutta la durata della call sarà possibile per i gruppi accedere, previo appuntamento, all’area MIND per i necessari sopralluoghi. Le modalità di prenotazione sono spiegate sul sito web del concorso.

A chiusura del concorso non sarà più possibile inviare alcuna proposta.

La selezione dei progetti vincitori avverrà a partire da fine novembre 2019 e la loro proclamazione verrà resa nota in data da definirsi (sulla base del numero di partecipanti e quindi dei tempi necessari alla Giuria per esprimere il proprio verdetto). La decisione verrà comunicata a tutti i partecipanti via mail e resa pubblica sul sito web del concorso. Le decisioni della Giuria sono inappellabili. Gli studenti iscrivendosi al concorso accettano in tutte le sue parti il presente regolamento di partecipazione.

Per la selezione dei vincitori è istituita un’apposita giuria il cui presidente è il prof. Paolo Galli, Direttore del MaRHE Center dell’Università di Milano-Bicocca, al quale viene data la facoltà di nominare nuovi giurati in caso di imprevisti e/o impossibilità a svolgere l’attività di selezione delle proposte. Il presidente non partecipa alla selezione delle proposte eccetto che in caso di parità.

La giuria è composta da:

  • Daniela De Pascalis, Responsabile Pianificazione Strategica, rapporti con Enti e Ambiente Arexpo;
  • Gianluca Fioroni, Senior Mechanical and Electrical Manager Lendlease;
  • Giuseppina Sordi, Direttore Area Ambiente ed Energia Comune di Milano;
  • Luca Marchesi, Direttore Vicario Ambiente e Clima Regione Lombardia;
  • Laura Burzilleri, Direttore Generale Consorzio Est Villoresi.

 

I giudici si esprimeranno assegnando ciascuno un voto da 0 a 4 per ogni progetto. Vengono selezionati i progetti che riceveranno i tre punteggi migliori (punteggio massimo 20). Nel caso di progetti che risulteranno nelle prime tre posizioni a parità di punteggio, i giudici procederanno con una seconda selezione assegnando un punteggio individuale da 0 a 2  e motivando la scelta con un sintetico giudizio finale, portando quindi il punteggio finale complessivo a un massimo di 30 punti. Nel caso eccezionale in cui si verifichino ulteriori situazioni di parità il Presidente della Giuria avrà la facoltà di decidere i vincitori definitivi.

Il verdetto della Giuria è inappellabile e non sono ammessi reclami.

Il montepremi per il concorso è di 2.800 euro al netto delle trattenute e delle tasse statali di partecipazione e saranno elargiti sotto forma di buoni spesa per prodotti acquistabili su Amazon. Il montepremi è ripartito nel modo seguente:

  • 1500 euro al primo gruppo classificato
  • 1000 euro al secondo
  • 300 euro al terzo

La gestione dei premi, sotto forma di buoni acquisto Amazon, è affidata agli uffici amministrativi dell’università di Milano-Bicocca.

L’Università si riserva la facoltà di non assegnare alcun premio nel caso in cui nessuna proposta soddisfi i requisiti previsti dal concorso e non sia quindi valutata positivamente rispetto alle finalità dello stesso.

Gli elaborati presentati nell’ambito del concorso di idee dovranno essere realizzati senza la violazione di diritti di terzi. I partecipanti, nel sottomettere le proprie proposte, qualora fossero presenti in qualunque forma e modalità, diritti riconducibili ad altri soggetti, dichiarano e si assumono la piena responsabilità del loro assolvimento, esclusivamente per le finalità del presente concorso a premi.

Nel sottomettere le proposte di progettazione, pur mantenendo la legittima proprietà intellettuale, gli autori concedono a MIND il diritto di utilizzo esclusivo della loro idea progettuale, nelle modalità e nei modi che questi riterrà più opportuno. Tuttavia tale diritto di utilizzo esclusivo può essere esercitato sull’idea progettuale, considerata nella sua complessità e non su quegli aspetti specifici che possono caratterizzarne singoli elementi (come particolari soluzioni tecniche) e che, essendo potenzialmente applicabili su altri scenari e contesti, gli autori concedono a MIND in modalità non esclusiva.

I partecipanti, nel momento di presentazione delle proposte, sottoscrivono e accettano esplicitamente le condizioni e i termini di partecipazione espressi dal presente regolamento.